Norsengard - Land of Britain

le razze di norsengard

norden alveris nani ulver jotunn goblin

Canti del Nord, Tradizione orale popolare

Gli Avi giunsero dai mari ghiacciati.
Bramosi di conquista. Assetati di gloria.
Gli Avi conquistarono le nevi e i monti.
Spargendo sangue di fratelli e avversari.
Gli Avi dominarono il Nord, ma ciò non bastava.
La guerra sfociò anche a Sud sino al lago Argentato.
L’arcobaleno segnò infine l’ultima conquista,
al prezzo di Norden, Alveris, Jotunn e Nani.
Una tomba d’acqua dove ora risiede Valhalnir, somma capitale.
Il grande serpente fu compiaciuto dalla nostra forza,
ma ci chiese la pace.
In dono recò l’incudine e il martello,
la cascata di ghiaccio a suggellare il patto

div-norsengard

Norden

Canti del Nord, tradizione orale popolare

Siamo i figli del Nord, prole del vento e del gelo.
Siamo il maglio dei Re, arma degli Jarl.
Da Vigrond a Niflheimr, dalla vita alla morte.
Baciati dal freddo potere del Grande Serpente,
temprato nel ferro e nell’acciaio.
Siamo i figli della guerra, portatori di conquista.
Siamo i figli del Nord, prole del vento e del gelo.

div-norsengard

DROW

 

 

 

Alveris

Testamento dei Ghiacci, volume unico

Dopo la caduta del Drago una tribù di Elfi migrò a Nord, abbandonando l’ipocrisia dei loro simili. L’esodo continuò fino a che la nera terra divenne ghiaccio puro e incontaminato. Adoperando la corrente arcana generata dalla Cascata di Ghiaccio, gli Alveris, così si fecero chiamare, fusero i loro corpi con l’essenza dell’acqua stessa.

La pelle rosata cangiò in azzurro brillante o diafano come il più puro dei diamanti. Là vissero, in palazzi di ghiaccio che racchiudevano la memoria di ciò che erano stati e perché era stato fatto. Alcuni di loro vivono ancora ai giorni nostri.

div-norsengard

Razza dei NaniDwarf LogoNani

Codice d’Acciaio, capitolo I

I Nani sono una comunità dedita al lavoro.  Individui instancabili, mantengono le forge attive per gran parte dell’anno. Vivono in case pratiche, vestono sobriamente. Non c’è tempo da perdere in inutili orpelli. Tagliano pietra, fondono ferro, forniscono tutto il Regno di ciò che serve. La bassa statura non influisce minimamente sull’efficienza. I Nani sono fabbri, sono fini artigiani, sono guerrieri, sono maghi. Nessuna perdita di tempo, solo tanto lavoro.

Popoli di Britannia, capitolo VIII

Grazie alla loro robusta costituzione, i Nani sono tra i combattenti e i fruitori arcani più resistenti in assoluto. Seppur dotati di grande fisico e acume, deficitano in destrezza, il che li rende poco avvezzi al sotterfugio. Sono in grado di resistere al dolore e anche alle rigide temperature. Inflessibili come l’acciaio e caparbi come pochi, i Nani sono tra gli avversari più duri da sconfiggere.
Vivono perlopiù in ampi canali che discendono nella dura roccia, vere e proprie cittadine sotterranee. Il loro legame con pietre e metalli ne fa degli ottimi artigiani e minatori. Da non sottovalutare la maestria con cui producono birre di ottima qualità.

• Forte costituzione e grande vitalità
• Esperti minatori e minuziosi fabbri
• Classe preferita: Huscarl

 

div-norsengard

NORDEN

 

 

Ulver

Lancia dei Venti, Diario di Bordo

L’orizzonte è stato invaso da scure vele cobalto. Le navi ci hanno raggiunto ad una velocità incredibile. I rampini sono volati, cingendo i mercantili in trappola. Gli uomini che ci hanno abbordato parevano bruti dalle folte barbe. Nemmeno tra i Norden ho mai visto individui tanto prestanti. Macellavano e uccidevano solo per il gusto della conquista. “Ulver! Ulver!” era il loro grido di battaglia. E proprio quando pensavo che il peggio fosse passato, ecco che alcuni di loro mutarono le pelli in pelo, diventando più simili a lupi su due zampe che a uomini.

div-norsengard

 

Jotunn

Testamento dei Ghiacci, volume unico

Dai resti dei regni dimenticati nel profondo Nord giunsero gli Jotunn. Altissimi, dalle stazze più diverse: alcuni magri e ben proporzionati, altri grossi e tozzi sebbene veloci e letali. La pelle bluastra è simile a ghiaccio secolare, squadrata in ogni lineamento. Se vogliono spariscono alla vista, segreti guardiani del ghiaccio eterno. A volte vagano per Norsengard tutta, anche se non se ne ha il sentore. Guerrieri formidabili e guardiaghiaccio esperti.

div-norsengard

Goblin

 

 

 

Goblin

Domnal O’Nara, diario personale

Quegli esseri sbucarono fuori dal nulla. Pelle verde, denti aguzzi e nasi enormi. Vestivano con pellicce, mantelli e armature di cuoio misto ad osso. Uccisero la mia scorta come tante piccole formiche in cerca di cibo. Il mio fato fu differente. Fui condotto in un villaggio, costruito con scheletri di animali ormai estinti. Lì contrattarono. Comprarono i miei diamanti offrendomi il giusto compenso. O almeno così ho pensato, vista l’alternativa. Torno a casa con la testa sulle spalle, della carne essiccata di dubbia origine, un flauto fatto d’osso che non emette suono e quaranta monete di rame.