Crafting - Land of Britain

Il Crafting e le professioni di Britannia

Introduzione al Crafting!

Oggi vi riveliamo i primi particolari riguardanti la creazione del personaggio su Land of Britain e vi presentiamo alcuni dettagli di una delle caratteristiche che sarà tra le componenti fondamentali del gioco: il Crafting!
Al momento della creazione del personaggio, il giocatore potrà scegliere tra due archetipi: avventuriero e crafter. Entrambi hanno la possibilità di scegliere la classe di appartenenza e una professione in cui specializzarsi. Come si differenziano quindi i due archetipi? Presto detto: il crafter potrà portare la sua professione fino al cap, mentre potrà sviluppare la sua specializzazione combattiva sino al 75% del cap; viceversa l’avventuriero potrà portare al cap la specializzazione combattiva e sviluppare fino al 75% del cap la professione.

 Ci saranno diverse professioni disponibili, ognuna con le sue peculiarità: l’armaiolo, il fabbro, il falegname, il cuoco, l’alchimista, l’incantatore, il costruttore di attrezzi, il sarto, il conciatore ed il gioielliere. Sia i crafter sia gli avventueri potranno sceglierne solamente una: questo perché vogliamo creare un mercato solido e bilanciato, sfruttando anche il fatto che i vari oggetti e risorse avranno specifiche e provenienze (PvE – PvP – Craft) differenti, permettendo uno scambio e un economia di gioco importante e non di solo contorno. Proprio per questo motivo il crafting in Land of Britain sarà una componente fondamentale per il gioco, tanto quanto il PvE ed il PvP.

I crafters non saranno costretti a creare migliaia di oggetti per perfezionare le proprie skills, ma avranno una propria storyline e quest dedicate; inoltre saranno fondamentali per il PvE: per fare un esempio, avere un crafter in gruppo all’interno di un dungeon, porta vantaggi a livello di combattimento contro i boss, dando accesso ad aree nascoste tramite delle abilità legate alla risoluzione di eventi presenti nei dungeons stessi e innumerevoli altre particolarità che vi sveleremo man mano. Ovviamente sarà possibile accumulare esperienza anche semplicemente con la creazione di oggetti: Land of Britain concederà la massima libertà da questo punto di vista, fornendo strade diverse di sviluppo, ma lasciando ad ognuno la possibilità di scegliere la propria preferita.

Anche in PvP il crafter sarà protagonista: potrà creare le migliori armi d’assedio, riparandole quando necessario e dando un buff per utilizzarle in modo più efficiente, creare munizioni particolari per balliste e catapulte ecc e potrà inoltre riparare diverse parti di una fortezza o semplicemente rinforzarla ulteriormente.
Il crafting insomma sarà una parte fondamentale del gioco, al pari di PvP e PvE per creare una comunità variegata ma  che trovi profondità all’interno del gioco. E questa è solo una parte di quello che stiamo sviluppando, presto vi aggiorneremo con altri dettagli interessanti e unici!

div-general

 

 

 

Spellcrafter LogoINCANTATORE

Carriere e professioni: uno sguardo sui regni di Britannia, capitolo XXX

La professione dell’incantatore è tra le più complesse, ma redditizie di Britannia. Prerogativa solo di chi è in grado di manipolare le correnti arcane, consiste nell’arte dell’infondere potere magico all’interno di determinati oggetti tramite l’ausilio di rari catalizzatori. Parte dell’aura generata dall’incantatore si lega indissolubilmente con i materiali primitivi che costituiscono gli indumenti, i monili o le armi sottoposte al processo, trasferendola immediatamente al portatore. Tale processo richiede però altissima concentrazione, poiché le forze in gioco sono talmente instabili e volubili da rischiare di scatenare vere e proprie esplosioni se maneggiate erroneamente. La professione dell’incantatore è fondamentale per i tre regni, poiché aumenta la potenza dei loro eserciti in maniera esponenziale.

div-norsengard

 goblin cuocoscontornato

 

CalderonecucchiaioeforchettaSFONDOBIANCO2 Cuoco 

 Carriere e professioni: uno sguardo sui regni di Britannia, capitolo XXIII 

Tra tutti gli impieghi di Britannia, uno da non sottovalutare è quello del cuoco. Un bravo cuoco è in grado di preparare pietanze prelibate, partendo da ingredienti semplici. È quasi assimilabile alla professione dell’alchimista, per quanto concerne le dosi corrette e le esatte temperature di cottura. La sua abilità non si limita al solo cibo, utile per donare le energie perse durante la giornata. Un buon cuoco eccelle anche nell’arte dei distillati e dei beveraggi: ricostituenti praticamente immediati. I migliori cuochi dei regni sono inoltre in grado di creare basi utilizzate per altre importanti preparazioni. È per tutto questo che i cuochi sono tenuti in grandissima considerazione, a dispetto dell’umiltà che tale lavoro lascerebbe pensare.